Come si coltiva? POMODORI

Come si coltiva? POMODORI

I pomodori sono tra i frutti più amati della cucina mediterranea e sicuramente tra i più versatili nelle preparazioni culinarie e non solo. Le piante di pomodoro si prestano abilmente a ogni tipo di coltivazione, da quella intensiva industriale alla coltivazione in vaso. Noi vi diamo dei consigli su quest’ultima e vi spieghiamo come fare.

Prima di tutto bisogna scegliere se seminare autonomamente le piantine di pomodoro oppure comprare delle piante da trapiantare, su questo non possiamo darvi dei consigli, perché ovviamente dipende molto dalla voglia e dal tempo che avete da dedicare al vostro orto. In ogni caso vi consigliamo di scegliere pomodori della tipologia Ciliegino o San Marzano, perché sono adatti alla preparazione di salse e insalate e risultano molto resistenti.

 

SEMINA: La semina delle piante di pomodoro va effettuata durante i mesi di Gennaio e Febbraio in un semenzaio al caldo. Vi consigliamo di utilizzare come semenzai dei piccoli vasetti per 2 o 4 semi, così da selezionare, una volta spuntate, le piantine più forti con le quali proseguire la coltivazione.

 

TRAPIANTO: Il trapianto deve essere effettuato tra Marzo e Aprile, quando avrete scelto le piantine più forti della semina o acquistato delle piante già pronte. È importante che si mantenga una distanza di almeno 12 centimetri tra le piante e che siano interrate per almeno 5 centimetri. Aggiungete al composto della terra un fertilizzante organico o del compost in un vaso di circa 30 centimetri di diametro.

 

COLTIVAZIONE: Le piante di pomodoro sono rampicanti, quindi dovrete legarle a un supporto sul quale potranno appoggiarsi e tenere sollevati i rami con i frutti. È importante eliminare le foglie che crescono tra fusto e foglia, così che la pianta si concentri nel nutrire i frutti. L’irrigazione va effettuata due volte a settimana, al tramonto, e i vasi devono essere posizionati al Sole.

RACCOLTA: I pomodori sono dei frutti che raggiungono la maturazione sulla pianta, quindi staccateli delicatamente quando avranno il tipico colore rosso che li contraddistingue.