Come si coltiva? PEPERONCINO

Come si coltiva? PEPERONCINO

Oltre che una buonissima spezia da utilizzare con tantissimi alimenti, il peperoncino è una pianta dai colori vivaci e caldi, che la rendono un vero e proprio angolo di colore per il nostro orto. Per coltivare i peperoncini, vi consigliamo di partire dalla semina, anche perché questa pianta non richiede attenzioni particolari se non tanto caldo e tanta acqua. Negli ultimi anni regalare piante di peperoncini sta diventando anche un segno beneaugurante, ma nel caso non ci fosse nessuna festa in vista, ci pensiamo noi a darvi i giusti consigli su come piantare il vostro peperoncino.

 

SEMINA: la semina del peperoncino va effettuata durante il periodo caldo, quindi intorno a Maggio o Giugno, per far germogliare i semi non servono particolari cure, basta disporli in un vasetto di yogurt o un bicchiere con della terra umida.

 

TRAVASO: le piantine di peperoncino, così come i semini hanno un estremo bisogno di caldo e del sole. Mettere il vaso all’esterno troppo presto tuttavia può essere pericoloso, perché bisogna attendere che anche le notti siano abbastanza calde. Nel caso in cui non foste disposti a tenere la piantina in casa, vi consigliamo l’utilizzo di teli TNT.

 

COLTIVAZIONE: una volta messe a dimora le piantine non dovrete fare altro che tenerle al caldo e al sole, le piante vanno irrigate giornalmente preferibilmente nelle ore mattutine.

RACCOLTA: i peperoncini possono essere raccolti man mano che raggiungono la maturazione e tenendo la pianta a caldo avremo sempre dei frutti buonissimi e piccanti da gustare.