Come si coltiva? LIMONE

Come si coltiva? LIMONE

I limoni sono agrumi con diverse proprietà benefiche, aiutano la digestione, depurano, disinfettano e aiutano a combattere i sintomi di influenza e raffreddore, grazie alla vitamina C. La pianta di limone è un sempreverde, quindi sceglierla per il proprio orto domestico, significa avere del verde tutto l’anno e soprattutto dei frutti sani, buoni e versatili.

 

SEMINA: riempite un vaso da 30 o più centimetri con del terriccio dalle spiccate proprietà drenanti. Il periodo ideale per la semina dei limoni è la primavera, quindi intorno ad Aprile o Maggio, a seconda delle temperature della zona. Per regolarsi, basta sapere che i semi di limone sono soliti germinare con temperature intorno ai 15°C. Annaffiate il terriccio con regolarità e tenetelo ben esposto alla luce del sole,

 

TRAVASO: quando la pianta di limone avrà raggiunto i 15 o 20 centimetri, potrà essere travasata in un vaso di circa 40 o 60 centimetri di diametro, con un terriccio misto a compostaggio organico. Il travaso della pianta in realtà dovrebbe essere effettuato ogni due anni, perché l’albero di limoni ha l’esigenza di cambiare spesso terreno.

 

COLTIVAZIONE: le piante di limone hanno bisogno della luce del sole e del caldo, oltre che di un’irrigazione costante. Nel periodo invernale è bene proteggerla dal vento e dal freddo tenendola sotto una tettoia, ma mai all’interno dove soffrirebbe la mancanza di aria. La potatura va eseguita ogni qual volta ci sono rami secchi o spezzati, oppure quando il fogliame assume dimensioni che non riusciamo a contenere.

RACCOLTA: la pianta sempreverde del limone produce frutti in diversi periodi dell’anno, tutto ciò che dobbiamo fare è aspettare che siano maturi e pronti per essere raccolti e curare l’albero il più possibile.