Come si coltiva? BASILICO - Raccolto Bio
15560
post-template-default,single,single-post,postid-15560,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.6.9,woocommerce-no-js,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,columns-3,qode-product-single-tabs-on-bottom,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-25.4,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

Come si coltiva? BASILICO

Il basilico è uno dei condimenti più amati dagli italiani, versatile e dall’odore piacevole, viene utilizzato per condire e dare profumo ai piatti, oltre che per la preparazione di pesti. Le piantine di basilico sono estremamente semplici da curare e da coltivare e il risultato è quello di avere sempre a portata di mano un condimento sano e buonissimo, che ha bisogno di cure, ma è tra le più classiche delle coltivazioni domestiche.

Nei vivai e nei negozi specializzati è facile trovare piantine di basilico da trapiantare, ma se avete tempo e voglia è possibile seguire la crescita del vostro basilico sin dalla semina.

 

SEMINA: i semini di basilico vanno piantati tra Marzo e Maggio, preferibilmente in una cassetta per la frutta con un fondo di sassolini, così da permetterne il drenaggio e i semi vanno ricoperti da circa 2 centimetri di terriccio. Effettuata la semina, il terriccio va giornalmente inumidito con uno spruzzino e la cassetta deve rimanere coperta con un telo in cellophane. Ricordate di effettuare la stessa operazione fin quando le piantine non raggiungono i 10 centimetri circa di altezza.

 

TRAPIANTO: per trapiantare le piantine di basilico bisogna estrarle dal terreno delicatamente portando con le radici anche il panetto di terra a cui sono aggrappate. I vasi, preferibilmente in terracotta, devono essere preparati con la stessa procedura della cassetta per la frutta, per consentire il drenaggio, e possono ospitare dalle 4 alle 5 piantine.

 

COLTIVAZIONE: le piantine di basilico non hanno bisogno di particolari cure, è necessario tuttavia assicurarsi che siano esposte al sole e che la terra mantenga un’umidità costante. Vi consigliamo di irrigare giornalmente nelle ore serali.

RACCOLTA: dopo un mese dal trapianto, con le dovute attenzioni il basilico sarà pronto per decorare e condire le vostre pietanze, assicuratevi di staccare le foglie insieme al picciolo, così da permettere la ricrescita e un continuo rifornimento di verdi foglioline profumate.